Che cos'è La Propoli

La  propoli (la cui etimologia sembra essere legata  alla combinazione delle parole greche “pro”, ossia davanti, e “polis”, ossia città, dunque “davanti la città”, intesa come a “difesa della città”), è una sostanza che si origina dalle secrezioni resinose che le piante emettono per proteggere le parte danneggiate da infezioni o attacchi fungini. Le api le raccolgono, le rielaborano integrandole con propri secrezioni ghiandolari, e le utilizzano per modellare gli spazi all’interno dell’alveare e proteggere le parti più esposte a potenziali infezioni, ottenendo una sorta di effetto di mummificazione.

La propoli è composta principalmente da resine, cera e acidi grassi, oli essenziali e sostanze volatili, polline e composti organici. Le benefiche proprietà che le vengono attribuite sono essenzialmente legate alla presenza di polifenoli, in particolare flavonoidi ed acidi fenolici.

Molteplici studi scientifici hanno dimostrato, tra l’altro, proprietà antibatteriche, anti-infiammatorie, fungicide, cicatrizzanti ed antiossidanti.